L'ITIS GIOVANNI XXIII ha acquistato un frigorifero specifico per la conservazione dei farmaci salvavita.

Sono stati stilati i protocolli di accoglienza agli alunni: disabili, con patologie, DSA e stranieri, consultabili nella sezione INCLUSIONE


Area Genitori

Si comunica a tutte le famiglie interessate all'oggetto che l'ordinanza - per comodità, riportata in allegato - stabilisce all'art.2, comma 1, che "Tale condizione (quella di "Studente fragile") è valutata e certificata dal MMG in raccordo con il DdP territoriale. La famiglia dello studente rappresenta immediatamente all'istituzione scolastica la predetta condizione in forma scritta e documentata dalle competenti strutture socio-sanitarie pubbliche."
Quindi, la famiglia fa richiesta mediante il suo medico di famiglia (MMG) al DdP (Dipartimento della Prevenzione della ASL territorialmente competente) per la certificazione dello "studente fragile". Naturalmente, il MMG nel rivolgersi al DdP allegherà la documentazione medica necessaria. Seguirà certificazione che la famiglia prontamente indirizzerà con tutta la documentazione all'istituzione scolastica. Da questo momento la scuola procederà alla DDI con lo studente fragile.
 

Gli alunni promossi nonostante valutazione insufficiente in qualche disciplina saranno contattati dai docenti.