L'ITIS GIOVANNI XXIII ha acquistato un frigorifero specifico per la conservazione dei farmaci salvavita.

Sono stati stilati i protocolli di accoglienza agli alunni: disabili, con patologie, DSA e stranieri, consultabili nella sezione INCLUSIONE


Il 6 Marzo di quest' anno scolastico noi della classe 5°A, partendo per il camposcuola con destinazione Monaco di Baviera, siamo andati a visitare il primo campo di concentramento nazista Dachau.
Il campo venne aperto il 22 Marzo del 1933, su iniziativa del militare, e politico tedesco, Heinrich Luitpold Himmler, nel quale vennero rinchiuse, in condizioni disumane, duecentomila persone provenienti da tutta Europa.
Solo il 29 Aprile del 1945 I sopravvissuti furono liberati dalle truppe americane e, tra questi ultimi, ricordiamo Joshua Kayman e Lee Gillespi.
 
Le studentesse
Lavinia Fabrizi e Chiara torella

È stato pubblicato l'avviso per la selezione di esperti esterni nell'Albo Pretorio al seguente link. 

Documenti Avviso

Come ogni anno il Giovanni XXIII porta avanti numerose iniziative nell’ambito  del Progetto “Educazione alla Memoria”: a breve infatti una delegazione di studenti partirà con Roma Capitale per l’Istria per ricordare le foibe  e l’esodo giuliano-dalmata con tappa al Sacrario di Redipuglia ed a Trieste per una visita alla Risiera di San Sabba (unico campo di sterminio riconosciuto in Italia) ed un’altra delegazione partirà con la Regione Lazio per Auschwitz-Birkenau.

Il giorno dedicato al numero Pi greco è il 14 Marzo. La scelta, nata in America più di trent’anni fa, è stata suggerita dal formato anglosassone della data mese/giorno e indica 3,14, che rappresenta l’approssimazione al centesimo del nostro amato numero.
Ormai dal 2017, in occasione del “Pi greco day”, il MIUR organizza un evento presso la sala delle Comunicazioni di Viale Trastevere. Con il contributo di reedoc.com, piattaforma di didattica digitale, giovani studenti della scuola primaria e secondaria di I e II grado, organizzati in squadre da quattro partecipanti, gareggiano risolvendo quiz matematici vivaci, stimolanti, ma anche impegnativi. I quesiti, curati da Reedoc, vedono la collaborazione dell’Università degli Studi di Torino nell’ambito del Progetto del MIUR “Problem Posing and Solving”.