L'ITIS GIOVANNI XXIII ha acquistato un frigorifero specifico per la conservazione dei farmaci salvavita.

Sono stati stilati i protocolli di accoglienza agli alunni: disabili, con patologie, DSA e stranieri, consultabili nella sezione INCLUSIONE


Piero Terracina l’otto dicembre scorso ci ha lasciato. Era uno degli ultimi sopravvissuti all’orrore del campo di sterminio nazista di Auschwitz  Birkenau.

Era un uomo buono e gentile, testimone infaticabile tra i giovani di una tragedia incancellabile. Raccontava ai ragazzi ciò che aveva vissuto non solo per ricordare, ma anche per trasmettere loro un insegnamento per il futuro: la memoria, secondo Piero Terracina, doveva servire per costruire una società migliore, per questo nelle sue parole c’erano insieme l’ammonimento e la speranza in un mondo di pace.

Gli studenti che l’anno scorso hanno frequentato nell’Istituto la classe V A hanno avuto la preziosa opportunità di essere invitati a casa sua, grazie alla prof.ssa Claudia Condemi, “anima” del Progetto Memoria nella scuola. Così, un pomeriggio di maggio 2019 i ragazzi, la prof.ssa Condemi ed io siamo andati a trovare Piero, che ci ha accolto con affetto e semplicità, come fa un nonno con i suoi nipoti.

Si comunica a tutte le famiglie, gli  studenti e al personale scolastico l’Ordinanza del Sindaco sulla giornata del 13/12/2019. Nell’ordinanza si sospendono le attività didattiche, fatta salva la necessità di presidio dei dirigenti scolastici.

Ordinanza

Così, nell’aprile scorso, Piero Terracina, sopravvissuto all’inferno dei lager, si rivolgeva agli studenti di Roma e del Lazio: “Siamo qui oggi per arricchire reciprocamente noi stessi”.

“Farete un viaggio all’Inferno che non sarà quello inventato da Dante. Sarà  l’Inferno in terra di  Auschwitz,  vissuto dai noi prigionieri, uomini dannati  da demoni vestiti da SS”.  Piero Terracina ha novant’anni, quest’anno non partirà per Cracovia ed Auschwitz, ma  ha deciso comunque di raccontarci  la sua discesa nell’abisso  e lo fa dal palco del teatro Vittoria,  di fronte a una platea  commossa di studenti e professori.  Siamo oltre cinquecento, tra due giorni  raggiungeremo Cracovia su tre aerei di linea  e poi viaggeremo  in 14  pullman diretti ad Auschwitz Birkenau.  Le sue sono parole piene di senso in cui si intuisce il bisogno impellente di testimoniare l’inferno che ha passato. Parole che inchiodano l’uditorio per un paio d’ore. Nessun via vai di studenti  che chiedono di andare al bagno, nessun chiacchiericcio da  zittire, nessuna domanda da porre.

Roma, 3 dicembre 2019 – “L’entusiasmo, l’inventiva e il coraggio che le vostre storie trasmettono sono un valore aggiunto in grado di arricchire gli ambienti lavorativi in cui presto vi troverete a operare”. E’ quanto ha detto il Presidente della Camera di Commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti a centinaia di studenti delle superiori presenti nella Sala del Tempio di Adriano, per la cerimonia di consegna dei riconoscimenti “Storie di alternanza”, un’iniziativa - promossa da Unioncamere e dalla Camera di Commercio di Roma - con l’obiettivo di favorire la co-progettazione tra scuole e imprese e accrescere la visibilità delle migliori esperienze realizzate nei territori.

Per la categoria Istituti tecnici sono stati premiati l’I.T.I.S. “Giovanni XXIII” classe 5F a.s.18/19 con il progetto “Apparel: un’idea per il futuro”;

l’I.T.P. “Teresa Gullace” con “Scuola lavoro, al centro i giovani” e l’I.T.P. “Luigi Petroselli” con il progetto “Cosmetico artigianale”. Menzione speciale per merito artistico e creativo al Liceo Classico Chris Cappel College di Anzio con il progetto “Mind your Business”.

29 ottobre 2019 - (Teleborsa) – Si è concluso con le premiazioni il concorso Startup Your Life – Edizione 2019, collegato all’omonimo programma di educazione finanziaria e imprenditoriale di UniCredit Social Impact Banking a cui hanno partecipato più di 270 scuole e dedicato agli studenti del triennio degli istituti superiori. L’evento è stato inserito tra le iniziative del Mese dell’Educazione Finanziaria promosso dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Pet-Te, un servizio di cura per gli animali domestici più evoluto e completo che permette la gestione e il monitoraggio della posizione degli animali, ideato dalla IV F a.s.18/19 dell’Istituto Giovanni XXIII di Roma, premiato per l’efficacia comunicativa e la persuasività dell’elevator pitch.

IMG 20191119 WA0012Venerdi 13 Dicembre alle ore 15.00 presso l'Aula Magna "Federica Cavallaro" dell' ITIS Giovanni XXIII, l'alunna  Martina Borella della IV F presenta il suo romanzo "Il profumo è dietro l'angolo". Vi aspettiamo numerosi !